Avviso: BBM Food Trucks sarà chiuso per ferie dal 10 al 16 Agosto compresi. Ci vediamo il 17 Agosto.

GUIDA PER LO STREETFOODER: elabora la tua strategia e crea un’attività di ristorazione mobile di successo.

Ti sei perso la prima parte dell’articolo? Leggila qui!

Una volta che hai le carte in regola, arriva il momento di organizzare il tuo business.

Per un’attività itinerante di successo, ti suggeriamo di seguire una strategia composta da 4 step fondamentali:

  1. STRUTTURA UN BUSINESS PLAN

La prima cosa da fare è strutturare una proposta di business chiara e definita, studiando il mercato di riferimento, i competitors e creando uno schema per ipotizzare le spese e i potenziali ricavi.

È fondamentale inoltre ideare un menù speciale, che si differenzi da quello degli altri foodtruckers: è possibile focalizzarsi su materie prime particolari o gourmet o su cotture innovative, accompagnandole a bevande studiate ad hoc. Per fare una scelta vincente dovresti studiare un menù che sia accattivante, gustoso ed unico, ma allo stesso tempo veloce da cucinare, da servire e da mangiare.

  1. SCEGLI IL TUO MEZZO

Gli autonegozi e i food truck predisposti alla vendita di prodotti alimentari devono rispettare i requisiti richiesti da un’ordinanza ministeriale che ne stabilisce i canoni igienico-sanitari. Il mezzo deve essere immatricolato come veicolo speciale con utilizzo da negozio.

Il mondo dei mezzi da street food è molto vasto, pertanto chi si approccia per la prima volta a questo mondo si trova davanti a un bivio: è meglio acquistare un veicolo usato oppure uno nuovo?

Analizziamo nel dettaglio pregi e difetti di entrambe le categorie:

  • Mezzi usati: si tratta di mezzi datati, che possono anche avere un’estetica vintage, e che permettono a chi inizia l’attività di risparmiare tempo (in attesa che un truck nuovo venga realizzato) e soprattutto denaro. D’altro canto, però, i veicoli usati sono per definizione più impegnativi dal punto di vista della manutenzione e possono incorrere in limitazioni del traffico.
  • Mezzi nuovi: gli autonegozi o food truck nuovi hanno il vantaggio di poter essere costruiti su misura, secondo le precise istruzioni ed esigenze del cliente e di avere dei costi di manutenzione nettamente più contenuti rispetto a dei veicoli usati. I modelli con motore euro 6 o a metano, addirittura, permettono la circolazione senza limiti e, nel caso di quelli a metano, di rispettare anche l’ambiente. Pur richiedendo un investimento di partenza più oneroso, bisogna valutare bene i pro e i contro rispetto a un’alternativa inizialmente più economica.

Noi di BBM ci occupiamo di autonegozi/food truck usati e nuovi. In entrambi i casi, tramite una consulenza personalizzata, troviamo una soluzione specifica in base alle tue necessità. La nostra esperienza è il nostro punto di forza, per questo motivo sapremo consigliarti e accompagnarti nella scelta del mezzo che meglio si adegua alle tue esigenze, garantendoti inoltre supporto per la parte burocratica e fornendoti tutte le certificazioni necessarie per avere un mezzo costruito a regola d’arte.

  1. SCEGLI LA LOCATION

Qual è il posto migliore dove posizionare la tua attività di street food? Ormai il cibo di strada attira persone che provengono dagli ambienti più disparati: i ragazzi giovani e gli studenti sono senza dubbio attratti dai prezzi accessibili, mentre per i lavoratori gioca un ruolo fondamentale la semplicità e la velocità con le quali si può pranzare durante una breve pausa. Il cibo da strada costituisce spesso anche un’attrazione fieristica: sono ormai moltissimi i festival di street food che, soprattutto d’estate, affollano le strade italiane e offrono ghiottonerie derivanti dalle varie regioni, attirando un pubblico di tutte le età e provenienze. Scegli accuratamente a quali eventi partecipare e posizionati in maniera strategica: vicino alle università ed uffici di giorno ed in mezzo al divertimento di sera e di notte!

4. FATTI CONOSCERE

Finalmente sei pronto a partire, ma non dimenticare che comunicare le novità della propria attività è fondamentale per farsi conoscere! Utilizza i social (Facebook, Instagram, ecc.) per condividere la tua passione e i tuoi risultati: non hai un ristorante fisso e le persone non ti vedranno ogni volta che passeranno nella tua zona. Quindi definisci la tua digital strategy: pubblica i tuoi piatti, descrivi cosa li caratterizza, mantieni aggiornati i tuoi followers su tutti i tuoi spostamenti, mostra come lavori per creare curiosità in ciò che fai. Sarà impegnativo ma ti darà soddisfazione: i clienti ti seguiranno, faranno ordinazioni e ti cercheranno per partecipare agli eventi.

Ora sei pronto/a per addentrarti nel mondo dello Street Food e dare il via alla tua attività. Per avere un supporto nella realizzazione del tuo progetto e per scoprire qual è l’autonegozio o food truck più adatto a te, contattaci e saremo felici di aiutarti!

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Site Footer